Luoghi energetici: Lugano e dintorni

Jun 26, 2017

Lugano è una città incantevole ed essendo il principale centro urbano del Canton Ticino ha molto da offrire a livello professionale, culturale, economico, educativo.

Come sottolinea Andretta nel suo libro, "nei dintorni di Lugano troviamo numerosi luoghi energetici come il Monte Brè e il Monte San Salvatore, alcuni parchi e chiese."

Per quanto concerne le nostre mini-escursioni nei luoghi energetici del Ticino, ieri avendo a disposizione solamente una mezza giornata abbiamo optato per un itinerario relativamente corto, che potrebbe essere tranquillamente diluito anche in una giornata intera per chi vuole assaporare le meraviglie della città e godersi un po' di tempo in riva al lago.

Come prima tappa siamo andati alla chiesa di Santa Maria degli Angioli, che si trova vicino al LAC, in fondo alla via Nassa.

Purtroppo non abbiamo potuto visitare la chiesa come avremmo voluto in quanto, a detta del signore all'ingresso non eravamo vestiti in modo appropriato. O meglio, mia moglie (che indossava dei pantaloncini ed un top che lasciava le spalle scoperte) non andava bene, io... stesso outfit (con canotta) ero okay... Questo solo per dire che se vuoi visitare la chiesa durante il periodo estivo... è meglio che porti con te gonna o pantalone lungo e coprispalle.

Al di là di questo, stava per iniziare un concerto e non sarebbe stato possibile visitare il luogo comme il faut.

In ogni modo, dopo aver spiegato al signore all'ingresso il motivo della visita mi ha comunque lasciato girovagare un po' per la chiesa e fare un paio di foto... E comunque, abitando a Lugano, non è di certo un problema tornarci quando vogliamo...

A livello energetico, questo luogo è molto particolare ed ero incuriosito dalla differenza di bovis che si riscontra nelle varie aree della chiesa.  Infatti, come scrive Andretta:

"I luoghi energetici non devono per forza avere sempre un'atmosfera positiva e rigenerante. Ci sono luoghi con poteri curativi in grado di rigenerare persone malate e deboli, ma ci sono anche luoghi in grado di calmare le persone più aggressive e sovraeccitate, permettendo loro di scaricare le energie in eccesso. Anche i luoghi di culto, come questa chiesa, non hanno sempre un effetto rinvigorente: qui l'obiettivo non è rigenerarsi, ma instaurare una forte connessione mistica con Cristo, Maria e la vita, unico scopo di ogni vero francescano." (p. 247)

Le energie sono infatti molto particolari e pare vi siano anche delle anomalie. Nelle quattro cappellette laterali che si trovano sul lato destro della chiesa l'intensità delle vibrazioni aumenta gradualmente: 12000, 12500, 13000, 14000 bovis, sino ad arrivare a quella a destra dell'altare: 16000-18500.

L'effetto più particolare l'ho però riscontrato sotto il tramezzo su cui si trova questo affresco rinascimentale:

L'energia pare molto densa. Pesante. Deprimente.

Dal libro: "(...) il risultato più eclatante ci attende sotto l'enorme tramezzo, la parete divisoria costruita a suo tempo per separare i laici dai monaci, dove si possono registrare solo 2800 Bovis dall'effetto scaricante nei passaggi laterali e spiacevoli 3000 sotto l'arco centrale. Qui abbiamo a che fare con una vera e propria soglia che dobbiamo superare da un punto di vista sia emotivo sia energetico, prima di poterci avvicinare all'altere e al coro. La pressione psichica e fisica sotto il tramezzo, sicuramente dovuta alle onde di forma emesse da una struttura architettonica così deprimente, ed è amplificata dall'energia della morte proveniente dalle lastre tombali sul pavimento, ormai dimenticate, ed è sostenuta da forze astrali negative derivanti dal sottosuolo."

Posso confermare che si percespisce molto bene questo effetto... E forse è stato meglio che sia andato solo io, mentre mia moglie è rimasta all'ingresso con i bimbi (che non hanno bisogno di superare la soglia per riconnettersi al Divino ;-)).

Superando la soglia si arriva poi all'altare.

Dopodiché abbiamo fatto una bella passeggiata sul lungo lago...

...e siamo andati a mangiare un buon gelato al Parco Ciani.

Considerato oasi verde della città, il parco vibra in media a 13000 bovis. La cura, l'ottimo aspetto e il buono stato di salute della vegetazione indicano la presenza di energia positiva... un luogo non solo molto bello, ma anche perfetto per rilassarsi e rigenerarsi.

Risaliti in auto, ci siamo poi diretti verso Carona.

Qui siamo andati a visitare la chiesa parrocchiale, consacrata a san Giorgio e sant'Andrea (12500 bovis).

"Sopra l'ingresso c'è un dipinto di san Giorgio impegnato a sconfiggere il drago, che può essere interpretato come una metafora del cristianesimo che ha cercato di sostituirsi agli antichi culti delle forze della Terra, oppure rappresentare semplicemente Giorgio vittorioso nel domare il drago interiore, il doppio serpente della lotta costante fra le opposte forze duali, come fuoco e acqua, luce e tenebre, amore e odio." (p. 252)

Ho trovato molto interessante che una rappresentazione molto simile si trova anche sopra l'ingresso della chiesa a Calonico.

...questo è invece l'altare (13000 bovis):

...e qui un'immagine dell'Ultima cena decisamente molto interessante (come puoi vedere... Gesù non era seduto a tavola da solo...!) che abbiamo notato sopra la porta, prima di uscire:

Da ultimo siamo andati a visitare il santuario dalla Madonna d'Ongero, che si trova poco distante dalle piscine di Carona.

A quanto pare, questi luoghi erano una meta prediletta anche da Hermann Hesse.

Sul sentiero che porta al santuario si trova anche una fontana di pietra che vibra a 13000 bovis (video sotto), "con maschere scolpite e altri simboli che riguardano geometria e numerologia, che ricorda una fontana degli alchimisti. Da questo punto in poi il sentiero non è più una semplice stradina sterrata, ma una vera e propria via di pellegrinagggio che scorre su due dimensioni, quella fisica e quella mentale. La fontana stessa, a livello mentale, funge da portale per spiriti, antenati e santi, o, per essere più precisi, da canale di entrata e di uscita per esseri umani scorporati." (p. 253)

A livello paesaggistico la zona è davvero molto bella e nel fitto bosco si può ammirare come lo scenario cambia completamente in virtù delle energie che abitano il luogo.

La presenza di culti antichi, precristiani, si evince dalle particolari rocce che si possono trovare nei dintorni della chiesa che fanno pensare ai riti della fertilità.

Stando alle descrizioni del libro di Andretta, la grande roccia (18000 bovis) che si trova nel bosco, dietro la chiesa "ha la funziona di ultima stazione nella via invisibile di pellegrinaggio degli spiriti."

Questo mio post non vuole certamente essere esaustivo, ma semplicemente un assaggio per quanto riguarda i luoghi energetici che si possono trovare in zona  Lugano e dintorni... e eventualmente un'idea per passare una mezza giornata diversa dal solito...

 

Iscriviti alla mia newsletter per ricevere tutte le novità e aggiornamenti!

Salva

Salva

Salva

Scopri come relazionarti con il mondo e con gli altri positivamente, rivalutando te stesso.

Mini-corso online, 20 minuti, gratuito!

Iscriviti subito

Restiamo connessi!

Iscriviti alla mia mailing list per ricevere notizie e aggiornamenti.

 

 

Detesto lo SPAM. Non venderei mai le tue informazioni, per nessun motivo.